Calende Arie Effemeridi 26 Aprile

26 aprile 1946 – 

Hermann A. Keyserling (nell’immagine, a destra) nato in Livonia (1880 – 1946) ai confini del mondo germanico muore in Austria. Si considera il “sismografo di un avvenire in gestazione”. Nel corso di un lungo viaggio in India scopre la realtà spirituale del suo mondo ricevendo il messaggio dei suoi dei. Dal diario di C. G. Jung:”Qui apparve Keyserling attraverso il quale si esprime lo stato d’animo d’una nuova era”. J. Evola ricorda la sua felice intuizione sull’uso dell’attributo tellurico per indicare l’aspetto incontestabile della cosìddetta “rivoluzione mondiale” contemporanea.

Keyserling non gioca a fare il pagano, né si converte al bramanesimo…  L’uomo ha il dovere di formarsi un’anima al fine di tendere allo stato eroico nel senso greco del termineladdove i suoi predecessori, lettori esclusivi dei testi buddistici o clericali (Vedanta, Bhakti) vedevano un panteismo, scopre il politeismo que forma effettivamente il tessuto dell’induismo vissuto” (Jean Varenne).

Lo scienziato è l’uomo superficiale per eccellenza, e molto spesso è anche tendenzialmente ottuso” (Hermann A. Keyserling)

Commenta con Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field